.






martedì 17 aprile 2018

30# vorrei solo scrivere

Riflettevo stanotte sulla mancanza di stimoli che ho in questo periodo.
Non è una cosa semplice da ammettere eppure mi manca tanto una qualunque motivazione che mi dia un senso.
Mi sento più vuota del solito.
Combatto costantemente per riconoscere la strada che si adatta alla mia anima, alla mia essenza, ma temo di non imboccarla mai.
Ieri ho passato del tempo tra annunci, concorsi e quant'altro, mentre scorrevo il messaggio di una cara amica che insiste nel volermi educatrice, mentre io mi vedo su un dirupo sul mare in attesa del nulla.

Io non riesco ad accontentarmi a fare cose a cui non mi sento predisposta, piuttosto, mi rassegno a lavare i cessi.
Purtroppo temo che i cessi saranno la mia casa.

Vorrei solo scrivere in silenzio e nulla più. Questo mi basterebbe ad accettere ogni cosa che a me non arriva o di cui io non sono capace.

3 commenti:

  1. no, non la imboccherai mai ed il perchè lo hai scritto qualche riga dopo. non accontentarti di fare cose per cui non sei predisposta. molto probabilmente quel qualcosa per cui sei predisposta non esiste e se esiste richiede pattuizioni a cui non vuoi cedere. io oggi, per dire, sono apatico. nulla di quello che ho fatto lavorativamente parlando ha senso, ma faccio finta, ometto, dissimulo, partecipo anche controvoglia. è la vita questa, ti costringe a scegliere e scegliere significa mangiare merda. non quella del cesso però, per intenderci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si scende a compromessi da giovane e poi magari te lo porti fino alla pensione.

      alla soglia degli anni è difficile adeguarsi ai compromessi, c'è il principio, il disgusto. a vent'anni vorresti il mondo sei convinto di poterlo avere e cedi al compromesso.
      io sono in ritardo con i tempi. da sempre- in tutto.

      Elimina
    2. per i compromessi non si è mai in ritardo. poi adesso sei pure fidanzata ! :-)

      Elimina